FUTEBOL URUGUAYO:

'' É uma religião nacional. A única que não tem ateu. Somos poucos: 3,5 milhões de uruguayos. É menos gente do que um bairro de São Paulo. É um país minúsculo. Mas todos futebolizados. Temos um dever de gratidão com o futebol. O Uruguay foi colocado no mapa mundial a partir do bicampeonato olímpico de 1924 e 1928, pelo futebol. Ninguém nos conhecia.

O futebol uruguayo é o melhor? Não. No mundo guiado pelas leis do lucro, onde o melhor é quem ganha mais, eu quero ser o pior. Não poderíamos sequer cometer o desagradável pecado da arrogância. Seria ridículo para um país pequeno como o nosso. Não somos importantes, o que é bom. Neste mundo de compra e venda, se você é muito importante vira mercadoria. Está bom assim.

Como explicar Uruguay?.... Somos um pouco inexplicáveis. Aí é que está a graça".

EDUARDO GALEANO - Escritor

sábado

CALCIATORE URUGUAIANO DIEGO LAXALT

Diego Sebastián Laxalt Suárez (Montevideo7 febbraio 1993) è un calciatore uruguaianocentrocampista dell'Inter e della Nazionale uruguaiana Under-20.

Paragonato a Walter Gargano, è un regista mancino forte fisicamente. Lui si descrive «I miei punti di forza sono la rapidità e la resistenza. Sono mancino e a centrocampo mi posso adattare in più posizioni».

Il 1º settembre 2012 esordisce con la maglia del Defensor nella vittoria per 4-0 contro il Montevideo Wanderers. Il 24 febbraio 2013, dopo le ottime prestazioni nel Campionato sudamericano di calcio Under-20 2013, torna in campo con la maglia della Violeta nella trasferta contro il Nacional, proprio grazie al suo gol, all'11º minuto di gioco, il Defensor batte per 1-0 gli avversari. Conclude la sua prima esperienza calcistica con 15 presenze e 1 gol realizzato.

L'Inter lo opziona nel mese di gennaio del 2013, con l'acquisto che si concretizza nella sessione estiva. Il nuovo allenatore dell'Inter,Walter Mazzarri, però non lo convoca nel ritiro precampionato, in quanto impegnato con l'Uruguay nel Mondiale Under-20 in Turchia.

Esordisce con la maglia della Celeste nel Campionato sudamericano di calcio Under-20 2013 in Argentina, il 10 gennaio scende in campo, per la prima volta, nel pareggio per 3-3 contro il PerùDue giorni dopo arriva anche la sua prima marcatura nella competizione, segnando al 6' nella partita vinta per 3-2 contro il Brasile. il 18 gennaio supera, insieme ai suoi compagni, il Girone B qualificandosi, per il Girone Finale, al secondo posto dietro al Perù. Il 3 febbraio conclude la competizione giocando tutte le partite giocate dall'Uruguay e riuscendo a qualificarsi al Campionato mondiale di calcio Under-20 2013 in Turchia e viene inserito nell'undici ideale della manifestazione.

Dopo aver contribuito a qualificarsi al Mondiale Under-20, viene inserito nella lista dei convocati per la manifestazione. Esordisce il 23 giugno, da titolare, nella sconfitta per 1-0 contro la Croazia, in questa partita disputa tutti i 90 minuti di gioco. La prima vittoria, nella fase a gironi, arriva durante la partita successiva, poiché l'Uruguay batte la Nuova Zelanda per 2-0, Laxalt viene sostituito al minuto 82 dall'attaccante Gonzalo Bueno. L'Uruguay vince anche l'ultima partita della fase gironi contro l'Uzbekistan, vinta 4-0, partita che permette a Laxalt e a tutta l'Uruguay di superare il turno come seconda classifica con 6 punti alle spalle della Croazia con 7 punti. Negli ottavi di finale l'Uruguay pesca la Nigeria, che viene sconfitta con il risultato di 2-1, Diego Laxalt gioca fino al minuto 77 quando viene sostituito dal suo compagno di squadra Gonzalo Bueno. Il 6 luglio disputa i quarti di finale contro la Spagna, partita che si protrae ai tempi supplementari e proprio al minuto 103 l'Uruguay sigla il gol partita con Felipe Avenatti, Laxalt disputa tutti i 120 minuti di gioco e l'Uruguay si qualifica così in semifinale dove affronterà l'Iraq. Il 10 luglio conquista la finale contro la Francia, l'Uruguay riesce a battere l'Iraq ai calci di rigore per un complessivo di 7-6.

ClubPaísAño
DefensorFlag of Uruguay.svg Uruguay2012 - 2013
Inter de MilánFlag of Italy.svg Italia2013 - Presente